La Notte di Santa Cecilia a Taranto

    Documentare, diffondere e conservare. Attraverso queste tre azioni cerchiamo di fare la nostra parte nel custodire antiche tradizioni che i nostri avi ci hanno gelosamente donato. Memorie che, ancora oggi per fortuna, continuano a resistere all’erosione di una società che ci vede sempre più proiettati al futuro, senza considerare il passato. Un ringraziamento speciale alle Confraternite e ai Padri Spirituali che ogni anno ci sono vicini in questo grande progetto editoriale.

    Riprese, montaggio e post produzione

    IL 22 NOVEMBRE A TARANTO

    Ore 3.30, la prima squilla

    LO SPECIALE

    Un auto attraversa il Ponte Girevole.
    In mare una barca lascia Mar Piccolo e si dirige verso la rada di Mar Grande. L’aria è frizzantina ma le luci dei lampioni danno una sensazione di calore.

    Via Duomo è deserta.
    Poi un vociare, cortese, in sottofondo.
    La Cattedrale è gremita: ogni posto è occupato.
    Sedute e in piedi. Le sdanghe si preparano.
    Il parroco chiama tutti a raccolta.
    Arrivano le bande.
    Ci siamo. La prima squilla. Le prime pastorali.
    La processione in città vecchia.
    Le pettole.

    Siamo a Taranto, è il 22 novembre, sono le 3.30
    e questa è La Notte di Santa Cecilia.

    Oggi inizia il Natale in riva allo Ionio.

    CREDITS

    Produzione: Gir&Grafica
    Art Director: Felice Bonfrate
    Supervisione: Carlo Caprino